La Mission di 111

"111" è una nuova iniziativa culturale che si vuole e si crede possa 
riscontrare le aspettative di tutti coloro che sono in cerca di un 
canale privilegiato di formazione ed informazione del diritto.

"111" è un'associazione senza scopo di lucro ed a durata illimitata e, 
soprattutto, è la concretizzazione di un sogno, a lungo cullato negli 
incontri di un gruppo di amici giuristi (docenti universitari, 
magistrati ed avvocati) pavesi (e non) che ad un certo punto hanno 
tentato di dare forma a quella che era una comune sensibilità ed 
esigenza: uno strumento associativo di promozione e di discussione di 
tutte le tematiche e problematiche della giustizia penale, sia sotto i 
profili più concettuali, sia sotto quelli più pratici e concreti, che 
quotidianamente gli operatori del diritto incontrano.

"111" con l’azione diretta e personale dei propri aderenti, si propone 
di promuovere la conoscenza, la diffusione, la concreta realizzazione e 
la tutela dei valori fondamentali del diritto penale, del diritto di 
difesa e del giusto processo penale proclamati dalla Costituzione; si 
propone di promuovere gli studi e le iniziative culturali e sociali 
volti a migliorare la giustizia penale, a sostenere le riforme 
dell’ordinamento adeguate alle esigenze della collettività e rispettose 
dei principi costituzionali ed a garantire la libertà e l’autonomia 
della giustizia; si propone di curare l’aggiornamento e la preparazione 
professionale di coloro che si occupano di diritto penale e di materie 
ad esso attinenti.

"111" è stato concepito come lo strumento per cogliere l'occasione per 
offrire al mondo del diritto una piattaforma ulteriore e nuova di 
collaborazione, cooperazione, coordinamento tra i diversi operatori e 
soggetti associativi come i Consigli dell'Ordine, i Centri Culturali, 
altre associazioni, i Servizi Sociali e le Camere Penali, sempre in 
un'ottica di ausilio e rinforzo dei vincoli di solidarietà e di colleganza 
tra tutti gli operatori del diritto favorendone l’attività anche con la 
istituzione e/o gestione di servizi idonei all'uopo.

"111", per la realizzazione di tale articolato scopo sociale si propone di:
1. organizzare convegni, dibattiti, seminari di studio e 
approfondimento, corsi di aggiornamento e perfezionamento e manifestazioni;
2. attuare direttamente la creazione di pubblicazioni inerenti e 
rilevanti per le professioni legate al diritto, curare direttamente o 
indirettamente la redazione e l’edizione di libri, testi, dispense ;
3. sviluppare l’attività di studio, ricerca e assistenza nel proprio 
settore di attività e in altri analoghi ed affini;
4. istituire borse e/o premi di studio.
Il tutto in un contesto in cui ci si intende porre in una posizione di piena
collaborazione e sinergia anche con il lavoro portato finora avanti tanto 
dalle Scuole di Specializzazione Universitarie quanto da quelle promosse
ed organizzate dall'Unione delle Camere Penali Italiane e dalle stesse
Camere Penali Territoriali (dalla cui feconda esperienza provengono i 
membri fondatori), a maggior ragione poi in cosiderazione dell'imminente
modifica delle circoscrizioni territoriali dei Tribunali che porterà a
nuove esigenze di colleganza, comunicazione, assieme a nuove problematiche.

"111" è una sfida materiale ed intellettuale (oltre che fisica e 
professionale) molto alta che si vuole affrontare con tanta umiltà, ma 
anche con tanto entusiasmo, consapevoli comunque che lo scopo prefisso 
sia meritevole dell'impegno e dei sacrifici che si profonderanno.

La risposta ovviamente ci verrà data dalla vostra partecipazione ed 
interesse.

I commenti sono stati chiusi.